Moto Z (2017), nuovo brevetto per scanner dell’iride depositato

by Michele Ingelido 0

Moto Z (2017) probabilmente sarà dotato di uno scanner dell’iride, proprio come l’ormai uscito di scena Samsung Galaxy Note 7. Motorola, azienda statunitense acquisita nel 2014 dal colosso cinese Lenovo, ha appena depositato un brevetto. Da ciò sono emersi dei disegni che fanno vedere proprio uno scanner dell’iride, con due LED che si focalizzano sugli occhi dell’utente per poter riconoscere i tratti ed effettuare l’autenticazione.

moto-z

Lo scanner dell’iride è uno dei metodi di autenticazione più inespugnabili in assoluto, quindi se Moto Z (2017) lo avesse sarà uno smartphone molto sicuro al quale terzi non potrebbero accedere. La scansione dell’iride è molto più efficace anche del lettore di impronte digitali, dato che l’iride presenta molte più linee da riconoscere e quindi è molto più difficile da clonare. La presenza di un iris scanner comunque non sta a significare l’assenza del sensore di impronte digitali.

Quest’ultimo sarà comunque presente, e secondo i disegni sembra che sarà posto sulla parte frontale e che non conterrà un tasto Home. Lenovo Moto Z (2017) è già stato avvistato sui benchmark che hanno suggerito alcune specifiche tecniche. Tra queste è figurato il processore octa core Qualcomm Snapdragon 835 insieme a 4 GB di memoria RAM. Abbiamo potuto notare anche la scritta Android 7.1.1 Nougat, e punteggi di 1930 e 6207 punti rispettivamente in single core e multi core.

via